Fate un pò voi

H

o cercato di capire  per dare un senso logico a tutto questo.
Ma i miei pochi neuroni non ce l’hanno fatta, si sono arresi senza condizioni lasciando nel mio cervello un cumulo di macerie fumanti; allora come fare?.

La soluzione è più semplice del previsto; bisogna lasciare spazio alla nostra essenza mistica e spirituale.
Forza gente tutti quanti con braccia allargate o mani giunte, sguardo rivolto al nostro sacro custode (ognuno il suo) e andiamo con una piccola pregheria di supplica che recita pressapoco così:
Non bastavano i terremoti, le inondazioni, gli uragani, i tornado, il virus dell’influenza, le malattie più terribili, il debito pubblico, il buco dell’ozono, le guerre per la democrazia, il nano di Arcore, la deforestazione, la desertificazione, la siccità, le cavallette ecc..ecc.., ma anche questa prova è veramente troppo.
Allora ti prego: “LIBERACENE”.

Sandro

Sono un uomo mediocre che ha trovato il suo riscatto nel dolore. Il dolore mi ha destato dal mio ingenuo sonno infantile, mostrandomi l’immagine della divina sopravvivenza. È durato il tempo che un fulmine mostri la sua sgraziata sagoma ed il lume si è spento, annegato nella sua madre cera. Trascino la mia esistenza con malcelato imbarazzo, aspettando il nuovo riscatto. Buona navigazione. Google+

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *